Sophos segnala: indagati 70 cybercriminali grazie a una brillante operazione anti-phishing della Guardia di Finanza della Lombardia

Sophos Press Release

Al centro delle indagini un’articolata organizzazione di cybercriminali il cui piano consisteva nell’utilizzare tecniche di phishing per trasferire le somme trafugate elettronicamente su conti esteri. Al momento sono stati già effettuati alcuni arresti, bloccati 220.000 euro già in transfer verso Paesi stranieri.

Si sta aggravando la problematica relativa al phishing. Il fenomeno, costantemente monitorato a livello mondiale dai SophosLabs, i laboratori di ricerca Sophos presenti in tutto il mondo, è stato al centro di una brillante operazione anti-phishing condotta dalla Guardia di Finanza - Nucleo Regionale della Lombardia.

Il “phishing” è una frode informatica via posta elettronica. L’utente riceve un falso messaggio e-mail, proveniente apparentemente dalla propria banca o da una società operante nel commercio online, che lo invita a collegarsi a un link, accedendo al quale si apre un sito simile a quello dell’azienda emittente. Nel caso che l’utente digiti informazioni sensibili (password, numero della carta di credito, ecc), queste vengono rubate dal phisher e utilizzate per effettuare acquisti indebiti o transazioni fraudolente.

Le indagini condotte dal Sostituto Procuratore Francesco Cajani hanno portato a scoprire e identificare oltre 70 responsabili di frodi informatiche e a bloccare 220.000 euro che erano già in transfer verso l’estero.

La Guardia di Finanza ha inoltre effettuato alcuni arresti, si tratta di cittadini provenienti da Paesi dell’Est Europa che, secondo i primi elementi investigativi, sarebbero giunti in Italia, muniti di documenti falsi, per aprire conti correnti in istituti di credito e trasferire all’estero gli illeciti proventi del phishing.

“L’attività investigativa della Guardia di Finanza è fondamentale per arginare il fenomeno dilagante del phishing. La scoperta di un’organizzazione criminale vera e propria dimostra come si siano evolute le tecniche fraudolente. Questo comporta un ulteriore impegno per la diffusione della cultura della sicurezza informatica, in particolare in ambito bancario e finanziario”, ha dichiarato Claudio D. Gast, Country Manager di Sophos Italia.

Più di 100 milioni di utenti in 150 paesi si affidano a Sophos, considerandola la migliore protezione contro minacce complesse e perdita dei dati. Sophos si impegna a fornire soluzioni di protezione completa facili da distribuire, gestire e utilizzare, e che offrano il più basso costo totale di proprietà del settore. Sophos offre soluzioni all'avanguardia per cifratura, sicurezza degli endpoint, Web, e-mail, dispositivi mobili e della rete, grazie al supporto dei SophosLabs: la nostra rete mondiale di centri di prevenzione delle minacce.

Le sedi centrali di Sophos sono situate a Boston, USA, e ad Oxford, Regno Unito.