Hacktivismo

Gli hacktivisti sono solitamente criminali spinti da motivazioni politiche che attaccano corporazioni, governi, aziende e singoli individui.

Sono gruppi in grado di sabotare siti Web, reindirizzare il traffico, lanciare attacchi denial-of-service ed appropriarsi indebitamente delle informazioni altrui, per far sentire la propria voce.

Il gruppo di hacktivisti LulzSec ha conquistato i titoli dei giornali nel 2011, con attacchi contro Sony, PBS, il Senato degli Stati Uniti, la CIA, InfraGard (affiliata all'FBI) e altri, per poi sciogliersi dopo 50 giorni.

Anonymous, un gruppo internazionale di hacker vagamente affiliati, sostiene di adottare una tattica che istiga alla disobbedienza civile. Anonymous è stato ad esempio sospettato di aver boicottato siti in El Salvador, Israele e nella città di Toronto mediante l'uso di attacchi denial-of-service distribuiti. Gli hacker affiliati al gruppo hanno inoltre rilasciato 90.000 indirizzi e-mail di personale militare statunitense, in un attacco contro Booz Allen Hamilton.

La diversità delle vittime sembra dimostrare che qualsiasi azienda può essere a rischio, sebbene solamente una minoranza abbia subito attacchi per mano di hacktivisti. Va notato che le forze dell'ordine hanno arrestato diversi membri di LulzSec e Anonymous.

La cifratura è la migliore strategia di difesa contro hacktivisti e accesso non autorizzato ai dati di natura sensibile.

scarica Threatsaurus: le minacce dalla A alla Z
Scarica ora