Le minacce del social networking

I motivi per cui è bene limitare l'accesso ai dati personali

Nel primo semestre del 2011, i problemi legati alla privacy sui social network hanno dominato i titoli dei giornali. Nella maggior parte dei social network, le impostazioni predefinite prevedono la condivisione di tutte le informazioni, e, per rendere privati i propri account, gli utenti ne devono modificare le opzioni. Ciò spalanca le porte a tutta una serie di problemi di sicurezza, in quanto sono in molti (amici e non) ad avere accesso ai vostri dati.

Ed è proprio per scoprire quanti sono i problemi legati alla sicurezza posti dai social network che abbiamo recentemente condotto un'indagine sui social media, chiedendo ai partecipanti se avessero notato casi di spam, phishing o malware. Dei quasi 2000 partecipanti, il 71% ha riportato casi di spam, inviato a loro stessi oppure a un collega su un social network; il 46% ha dichiarato di essere stato vittima di phishing, ed il 45% di attacchi di malware. Dei rimanenti, alcuni non hanno riscontrato alcun problema, altri non ne sono sicuri.

I criminali informatici si appropriano delle vostre informazioni attingendole dal vostro profilo e da cosa pubblicate sui social network; sono quindi in grado di elaborare attacchi mirati, che si basano sui vostri gusti ed interessi. Questa pratica è nota con il termine "ingegneria sociale", e rende le minacce alla sicurezza ben più difficili da identificare. Quanto segue è un'analisi dettagliata dei recenti attacchi e problemi di privacy che affliggono tre dei più importanti social network: Facebook, Twitter e LinkedIn, con una sbirciata a Google Plus.

Continua alla pagina successiva >