BYOD: rischi & vantaggi

Come mantenere protetti smartphone, laptop
e tablet dei dipendenti

< Indietro 2 | 3 | 4 | 5 | 6 Avanti >

Come impostare standard per policy e compliance

Le policy vanno formalizzate, specialmente quando si tratta di BYOD. Ponetevi ad esempio le seguenti domande: le policy devono includere tutti i dispositivi attualmente disponibili? Intendete limitare l'uso dei dispositivi personali dotati di specifiche piattaforme hardware e software? Cosa intendete fare con i dispositivi che non sono ancora disponibili, ma che giungeranno sul mercato nei prossimi anni?

Il mercato dei dispositivi mobili palmari è in rapida evoluzione, con versioni e produttori sempre nuovi. Tenendo presente queste considerazioni, le policy di BYOD devono essere adattabili. È necessario stipulare policy strategiche per iscritto, in base alle vostre conoscenze attuali e a ciò che ritenete possa riservare il futuro. Occorre anche utilizzare tecnologie che implementino le policy scritte in modo da fornire gestione, modelli di verifica per gli audit, controllo e sicurezza.

Il delivery di una soluzione concepita per verificare la gestibilità remota dei dispositivi può rappresentare un valido aiuto nella sfida costantemente in corso: quella di far sì che le policy di sicurezza siano sempre adeguate e affidabili, specialmente se la vostra azienda opera in un ambito in cui vengono applicati severi standard di compliance e audit.

Inoltre, conoscere i piani di servizio dei dipendenti vi può aiutare a fornire servizi più efficaci a minor costo. Utilizzare l'hotspot o le opzioni di tethering di un piano dati può risultare in una migliore esperienza complessiva per gli utenti finali. I piani "solo dati" per i dispositivi personali Wi-Fi possono essere una valida alternativa ai piani di servizio remoto e ISP per gli home office.

Pagina successiva: 7 passi verso un piano di sicurezza BYOD

La sicurezza diventa personale

Complete security, con licenze calcolate in base al numero di utenti — non di dispositivi

Per saperne di più