Sophos aiuta le aziende ad adottare la tecnologia BYOD grazie a una nuova soluzione per il Mobile Device Management

settembre 19, 2012 Sophos Press Release

Milano , 19 settembre 2012 - Sophos , società leader a livello mondiale nel settore della sicurezza informatica, presenta Sophos Mobile Control 2.5, l’ultima versione della sua soluzione per il mobile device management (MDM). Grazie a una console amministrativa web-based aggiornata e a nuove funzionalità estensive, la nuova versione consente di portare il BYOD all’interno delle aziende in modo semplice, veloce e sicuro, senza ripercussioni sull’affidabilità degli strumenti IT.  

BYOD (e BYOT): opportunità e problemi in crescita

Aziende di ogni dimensione stanno iniziando ad accogliere l’uso di dispositivi personali all’interno delle reti aziendali come strumento per ridurre le spese IT. Secondo il Cisco IBSG Horizons Study pubblicato nel mese di maggio 2012, il 95% delle aziende accetta l’utilizzo di device personali da parte dei dipendenti: di queste, l’84% fornisce un supporto informatico parziale, mentre il 36% fornisce a questi device un supporto completo. Inoltre, in base al report Charting the Rising Tide of Bring-Your-Own-Technology condotto dalla Forrester Research, Inc. nel giugno 2012, il BYOT porta all’interno di un’azienda non solo nuove opportunità, ma anche nuovi problemi in ambito IT – e i dipendenti ne sono consapevoli: il 35% degli intervistati ha affermato che l’azienda avrebbe chiesto loro di disinstallare o smettere di utilizzare i software non autorizzati dei loro device personali. Data la portata di questo nuovo trend, bloccare o ignorare il BYOT può portare alle aziende notevoli svantaggi, tra cui il fatto di non essere in grado di attirare i migliori professionisti o di collaborare e condividere con facilità i documenti con partner che si trovano fuori dai confini aziendali.  

Controllo aumentato, interventi ridotti

Sophos Mobile Control 2.5 offre workflow ottimizzati, che consentono agli amministratori IT di portare a termine le operazioni più comuni in un semplice clic. La nuova versione offre inoltre la facile integrazione con l’infrastruttura IT esistente supportando l’utilizzo di directory (ad esempio, Active Directory) per assegnare automaticamente i device appena registrati a gruppi esistenti e applicare loro le relative policy.  

L’interfaccia migliorata include report grafici dettagliati che supportano il reparto IT nella gestione di tutti gli aspetti legati al mobile, offrendo una panoramica immediata sui dispositivi che richiedono l’aggiornamento e garantendo al contempo la sicurezza per tutti i device.  

“Il BYOD è ormai tra le priorità di molte aziende, ma sta causando una serie di preoccupazioni all’interno dei reparti IT. L’aumento di accessi alla rete da parte di device personali può infatti complicare il processo di messa in sicurezza e di conformità alle policy di sicurezza aziendali, rendendo difficile per i reparti IT giustificare l’adozione del BYOD su larga scala”, afferma Stacy K. Crook, senior analyst, Mobile Enterprise Research, IDC. “Soluzioni come l’ultima versione di Sophos Mobile Control consentono alle aziende di sviluppare strategie BYOD senza compromettere la sicurezza o complicare la gestione generale della rete”.                                                                                                                         

Per maggiori informazioni: BYOD Risks and Rewards   

Assicurare conformità in movimento

Gestire i device mobili dei dipendenti attraverso portali self-service sta diventando sempre più difficile, poiché spesso gli utenti hanno limitato accesso a Internet. La nuova interfaccia client mobile di Sophos include un’etichetta di conformità che fornisce aggiornamenti sullo stato di compliance del device, sulle cause di un’eventuale non-conformità e sulle procedure che gli utenti devono attuare per risolvere i problemi, riducendo quindi la necessità di supporto a livello IT. Tramite il portale self-service, gli utenti hanno inoltre accesso al loro attuale stato di conformità e a una lista di possibili problemi.  

Sophos Mobile Control 2.5 consente una maggiore mitigazione del rischio, permettendo ad esempio ai reparti IT di rimuovere un dispositivo a livello remoto se un dipendente lascia l’azienda o se il device non è conforme alle policy di sicurezza aziendali. Il supporto per app iOS consente di collegare le app aziendali e obbligatorie alla soluzione MDM aziendale, integrandole nei device dei dipendenti: tali applicazioni e i dati ad esse associati possono poi essere cancellati direttamente dalla console di amministrazione. Inoltre, se un device mobile perde la conformità, la nuova versione invierà un alert al reparto IT, in modo che l’amministratore possa avvertire l’utente sulle violazioni minori. Per problemi più seri, invece, l’amministratore può configurare una serie di task che verranno applicati automaticamente: tra questi, eventuale rimozione o cambiamenti di policy al fine di evitare qualunque rischio per i dati aziendali.  

“Negli ultimi mesi abbiamo compiuto notevoli progressi per quanto riguarda l’MDM. Grazie alla recente acquisizione di DIALOGS siamo riusciti ad apportare significativi miglioramenti alla nostra offerta per la mobile security. Attualmente contiamo più di 1.500 utenti di Mobile Control che fanno uso della soluzione per controllare e mettere in sicurezza 500.000 device – le aziende stanno dunque adottando il BYOD senza rischi per la sicurezza e la conformità”, dichiara Matthias Pankert, vice president of Product Management, Mobile Data Protection, Sophos. “Questa rapida ascesa del business a livello mobile dimostra che le aziende non si accontentano più di poter semplicemente controllare i loro device: ora, infatti, hanno sviluppato l’esigenza di assicurarsi che tutti i dispositivi, indipendentemente dal fatto che siano aziendali o personali, siano protetti e coerenti con gli standard di sicurezza dell’azienda”.  

La licenza per Sophos Mobile Control è disponibile in abbonamento o come parte di Sophos Complete Security Suite, che combina protezione per endpoint, dati, email, web, server e device mobili in una sola licenza. Per il futuro, Sophos ha in programma un’ulteriore integrazione per i device mobili nei suoi prodotti, con l’integrazione, ad esempio, di Sophos Mobile Control all’interno di Sophos UTM e il reporting sia per Sophos Mobile Security e Sophos Mobile Encryption all’interno di Sophos Mobile Control.

Per ulteriori informazioni su Sophos Mobile Control, visitare il sito www.sophos.it.