Come cambiano le minacce informatiche? Quali sono i nuovi rischi? Lo svela il Rapporto 2012 sulla sicurezza informatica di Sophos, adesso disponibile anche in italiano

marzo 08, 2012 Sophos Press Release

Milano, 08 marzo 2012 – Hacktivism, minacce online e malware mobile sono temi su cui tutti dovrebbero essere informati: Sophos, società leader a livello mondiale nel settore della sicurezza informatica, spiega come difendere i propri dispositivi informatici nel nuovo Security Threat Report 2012, ora disponibile anche in italiano e facilmente consultabile tramite il link al sito aziendale http://www.sophos.com/it-it/security-news-trends/reports/security-threat-report.aspx .  

Ogni sei mesi, Sophos traccia un quadro complessivo delle principali tendenze nel campo della sicurezza informatica, individuando le minacce più pericolose e le soluzioni da adottare per contrastarle.

Nel Threat Report 2012, Sophos evidenzia un sensibile aumento dei cyber crimini e pone l'attenzione sul fenomeno definito "hacktivismo", che sfrutta l'hacking come forma di protesta politicamente motivata volta ad attirare l'attenzione dei media.  

Il rapporto punta il dito anche sulle minacce che sfruttano le nuove tecnologie cloud per colpire le aziende, penetrando le difese digitali per appropriarsi di dati sensibili: i device mobili aziendali, insieme all'utilizzo dei servizi cloud e dei social media, ampliano infatti in modo consistente la superficie di attacco. Sophos sottolinea inoltre che, nonostante Windows rimanga il sistema operativo più attaccato, l'emergenza malware si sia estesa in maniera preoccupante anche a Mac.  

A conclusione del rapporto, Sophos prepara gli utenti a un 2012 caratterizzato da attacchi che sfrutteranno soprattutto i social media e le applicazioni integrate, colpendo anche le piattaforme non-Windows su dispositivi mobile e smart. Per fornire protezione da tali minacce, gli strumenti di sicurezza dovranno estendere la loro sfera di protezione ai nuovi ambienti cloud e mobile, fornendo la cosiddetta "protezione ovunque".