Sophos collabora con Egnyte per fornire Cloud encryption end-to-end ibrida alle imprese

marzo 01, 2012 Sophos Press Release

Milano, 1 marzo 2012 - Sophos, società leader a livello mondiale nel settore della sicurezza informatica, ed Egnyte, leader nel fornire soluzioni cloud ibride di file server, annunciano l’integrazione di Sophos SafeGuard Enterprise e Egnyte HybridCloud file server, che offre alle aziende una soluzione end-to-end per gestire direttamente la cifratura dei dati archiviati localmente o in ambiente cloud. Gli utenti possono definire e gestire le chiavi di cifratura, abilitando il controllo completo sui file indipendentemente da dove si trovano.

I servizi cloud sono sempre più diffusi all’interno delle aziende e la consumerizzazione dell’IT continua la sua rapida ascesa: la perdita dei dati è quindi diventata una delle preoccupazioni principali per gli IT manager. I file non restano più in un solo luogo, ma vengono condivisi su una memoria locale, su un provider di archiviazione cloud e su molteplici dispositivi. Maggiore collaborazione richiede partner, dipendenti e clienti possano accedere in modo sicuro ai file aziendali sia che essi si trovino in ufficio sia che siano in movimento ed effettuino dunque l’accesso attraverso altre reti o device.  

Importanza della cifratura in ambienti cloud ibridi

Il possesso delle chiavi di cifratura è un aspetto strategico della protezione e delle policy di sicurezza aziendali. Ciò permette infatti di criptare i file degli utenti durante il processo di transfer su device e location multipli. Con il possesso delle chiavi di cifratura, in particolare, le aziende hanno il pieno controllo dei dati.  

Grazie a questa partnership, gli utenti Egnyte HybridCloud possono utilizzare Sophos SafeGuard Enterprise per creare e controllare le chiavi di cifratura e rendere sicuri i file designati. Oltre a standard di cifratura costanti in ogni punto, gli utenti hanno accesso ai file ovunque e in qualsiasi momento, siano essi dietro il firewall o nell’ambiente cloud.  

“Nonostante il cloud apra molte opportunità per collaborare senza ostacoli, il sistema presenta anche incertezze e problemi di sicurezza, specialmente quando i dipendenti utilizzano device personali per accedere alle informazioni aziendali”, dichara Vineet Jain, CEO e cofondatore di Egnyte. “L’unicità della nostra partnership con Sophos è data dal fatto che la combinazione dei nostri servizi fornisce al mercato una soluzione cloud ibrida che può adeguarsi a seconda delle necessità e fornisce agli IT manager estremo controllo sui dati oltre alla possibilità di gestire le chiavi di cifratura senza supporto aggiuntivo”.  

 “Il cloud sta cambiando il panorama IT aziendale ed Egnyte è all’avanguardia in questa evoluzione. Una delle ragioni principali che spinge ad adottare soluzioni cloud è il fatto di capire come portare una policy di sicurezza dal lato dell’utente al provider cloud”, spiega Matthias Pankert, VP product management, Data Protection, Sophos. “Poiché i provider come Egnyte stanno sviluppando le loro potenzialità, il cloud computing aziendale sarà utilizzato sempre di più. Un esempio è la vera libertà di mobilità –il concetto per cui gli smartphone e i tablet diventano corrispondenti di laptop e desktop. Stiamo lavorando per far evolvere la nostra partnership con Egnyte in modo da supportare questo salto nel futuro”.