Da oggi gli endpoint aziendali saranno totalmente protetti con la nuova versione di Sophos Endpoint 10

dicembre 06, 2011 Sophos Press Release

Milano, 6 dicembre 2011 - Sophos, società leader a livello mondiale nel settore della sicurezza informatica, annuncia Sophos Endpoint 10, l’ultima versione della soluzione per la sicurezza endpoint leader sul mercato.

Ridurre la superficie di attacco

Secondo stime di mercato, il 90% degli attacchi portati a termine è rivolto a obiettivi vulnerabili dove una patch esiste già. Nonostante questa statistica, su molti computer non sono ancora installate le ultime patch di sicurezza esponendo le aziende alle numerose minacce malware. Le patch richiedono molto tempo per essere seguite e amministrate e spesso è difficile vedere su quali computer le patch critiche sono state installate correttamente. Senza queste informazioni, gli IT manager non sono in grado di identificare con metodi semplici quali computer siano più a rischio.

Sophos Patch Assessment identifica, assegna una priorità ed esamina le patch di sicurezza relative alle minacce critiche. Con il sostegno dei SophosLabs, i dipartimenti IT e sicurezza oggi possono capire quale patch è in grado di prevenire una data minaccia, e quale patch è più importante per la sicurezza rispetto ad un altra. Sophos Patch Assessment consente l’analisi di patch non solo per Microsoft, ma anche per vendor differenti come Adobe, Apple, Citrix, Microsoft, Skype e altri: questa caratteristica è particolarmente importante poiché oggi la maggior parte delle patch non proviene da ambienti Microsoft.

Protezione e filtri web che seguono l’utente ovunque

Le aziende che operano nella sicurezza oggi combinano i dati reputation-based con i filtri URL per impedire agli utenti di accedere a siti infetti e che ospitano ripetutamente malware o altri contenuti indesiderati. Il filtro degli URL reputation-based che esegue ricerche in tempo reale sui database dei vendor di sicurezza è efficace specialmente nel bloccare le migliaia di nuovi siti malware, gli attacchi infetti della search engine optimization (SEO) e le finestre pop up che dirottano quotidianamente i siti sicuri.

Sophos Web Filtering facilita l’impostazione dall’Endpoint Enterprise Console di una politica di navigazione intelligente per le 14 categorie di siti più inappropriate. Con Sophos Web Filtering gli utenti sono protetti da questi siti ovunque essi vadano, senza bisogno di software aggiuntivi o di altre infrastrutture. Sophos Web Filtering garantisce agli utenti migliori performance poiché l’analisi viene eseguita localmente e non nel data center, riducendo quindi il numero di box necessarie per gestire l’utilizzo del web.

In un recente sondaggio condotto su Naked Security che chiede se sia opportuno per le aziende inibire l’accesso ai siti con contenuti offensivi, più del 77% dei 4.600 intervistati ritiene che questi siti dovrebbero essere bloccati.

La cifratura è semplice

La cifratura full-disk di Sophos Endpoint assicura che i dati salvati su desktop e laptop vengano conservati in maniera sicura, dando la possibilità ai responsabili IT di criptare le workstation e di monitorare il loro status. Nell’ultima versione di Sophos Endpoint, inoltre, la cifratura è integrata, così che non c’è bisogno di un deployment o di una console separati, in più l’installazione della cifratura full-desk sui computer è più facile e veloce poiché richiede solo sei click.

Secondo la “Buyer’s Guide to Endpoint Protection Platforms” di Gartner del 15 dicembre 2010, “combinando tecnologie multiple in un singolo framework di gestione, le EPP (Endpoint Protection Platforms) promettono di aumentare la sicurezza diminuendo nel contempo la complessità, i costi e l’overhead amministrativo”.

“Forniamo alle aziende a livello mondale servizi di telecomunicazioni, networking, sviluppo e gestione di progetti e, con più di 5.000 endpoint, abbiamo molte persone che vengono a contatto con dati sensibili e time-sensitive nell’ambito di iniziative significative” afferma Roger Dion, corporate director dell’Information System presso la Bell Technical Solutions. “Come clienti di lunga data di Sophos, siamo particolarmente desiderosi di conoscere le caratteristiche di web control e valutazione delle patch dell’ultima soluzione Endpoint. La capacità di ridurre il tempo di gestione garantendo contemporaneamente la sicurezza delle macchine dei nostri dipendenti è un’incredibile valore aggiunto”.

“Abbiamo ricevuto numerosi feedback dagli utenti di Sophos Endpoint 10, in particolare in merito alla valutazione della vulnerabilità”, dichiara Paul Prior, managing director di Foursys. “La capacità di aggiungere questa importante funzionalità (di valutazione e rimedio delle patch) su molti vendor, specialmente Adobe, ha davvero toccato il tasto giusto nel campo della network security. Inoltre, poter fare tutto con la console Sophos esistente è molto interessante”.

“Il nostro obiettivo è sempre stato quello di fornire agli utenti sicurezza e protezione complete ovunque, senza complicazioni. Le caratteristiche di Sophos Endpoint 10 per le aziende confermano ancora una volta tale scopo,” sostiene Shaun Price, vicepresidente, product management di Sophos. “Sophos Endpoint 10 è il risultato di una stretta collaborazione con i nostri clienti e partner, che ha portato performance migliorate, web protection orientata al cliente, identificazione e assegnazione delle priorità delle patch e gestione della cifratura del disco integrata. Non è mai stato così semplice identificare i computer a rischio, gestire gli alert, impostare politiche nuove e rimuovere le minacce”.