Il rapporto sulla sicurezza informatica di Sophos per il secondo semestre 2009

aprile 07, 2010 Sophos Press Release

Information security, phishing, malware e trojan rimangono concetti oscuri? Sophos, società leader a livello mondiale nel settore della sicurezza informatica, ora parla a tutti: il Rapporto sulla sicurezza informatica per il secondo semestre 2009 è infatti disponibile anche in italiano e facilmente consultabile dalla homepage del sito aziendale www.sophos.it.

Ogni sei mesi Sophos traccia un quadro complessivo delle principali tendenze nel campo della sicurezza informatica, individuando le minacce più pericolose e le soluzioni da adottare per contrastarle. I dati relativi al secondo semestre del 2009 hanno evidenziato in particolare una preoccupante criticità per quanto riguarda i social network, considerati pericolosi per la sicurezza aziendale da 2 imprese su 3. Il primato in questa particolare classifica spetta naturalmente a Facebook, che distanzia di gran lunga Myspace, Twitter e LinkedIn.

Preoccupante è anche il problema delle pagine web infette, solitamente create ad hoc dai cybercriminali per cercare di sfruttare la naturale curiosità degli utenti Internet in occasione di grandi eventi mediatici o semplici notizie di gossip: obiettivo degli hacker è carpire dati sensibili e informazioni riservate, spesso poi utilizzate per attuare frodi su scala ancora più ampia. I consigli per evitare di cadere vittima di questo tipo di attacchi sono piuttosto semplici: consultare solo siti ritenuti universalmente attendibili e aggiornare con regolarità il proprio software antivirus.

A conclusione del Rapporto relativo al secondo semestre 2009 Sophos ipotizza alcuni possibili scenari per il 2010, sottolineando la sempre maggiore raffinatezza degli atti di cybercrimine e la crescente importanza attribuita al tema della sicurezza informatica anche a livello geopolitico nel rapporto tra Stati e istituzioni.