Ennesima macabra bufala online, ennesimo attacco scareware: a farne le spese questa volta e’ Bill Cosby

febbraio 12, 2010 Sophos Press Release

Bill Cosby, protagonista della celebre serie televisiva I Robinson, è vivo e vegeto. Come sottolineato da Sophos, società leader a livello mondiale nel settore della sicurezza informatica, la notizia della morte dell’attore statunitense non è altro che l’ennesima bufala online.

Anche questa volta, gli hacker non si sono fatti sfuggire l’occasione per diffondere un pericoloso malware, sfruttando l’onda della reazione emotiva dei netizen: visitando la FALSA pagina web della CNN contenente la notizia fasulla relativa alla morte di Bill Cosby, l’utente vede infatti apparire un FALSO messaggio di alert che invita a scaricare un software antivirus per rimuovere una presunta minaccia presente nel proprio computer. Inutile dire che scaricando il file si ottiene invece l’effetto contrario: l’aggiornamento antivirus è in realtà un pericoloso malware (identificato da Sophos con il codice Mal/FakeAV-BW)!

La news della morte di Cosby è comparsa per la prima volta su Twitter e si è poi diffusa rapidamente in tutta la rete del social network. L’impatto dell’annuncio è stato tale da giungere alle orecchie dello stesso Bill Cosby, che con la proverbiale ironia ha personalmente smentito la notizia sul proprio sito.

Come ricorda Graham Cluley, senior technology consultant di Sophos, il copione in questi casi è sempre lo stesso: bufala online a cui fa seguito un attacco da parte degli hacker. Solo negli ultimi mesi si ricordano i casi dell’attore Johnny Depp e del rapper Kayne West. La morale di queste macabre favole informatiche è sempre la stessa: fare molta attenzione nel condividere tali notizie, perlomeno non prima di averne verificato la veridicità su siti di comprovata fiducia, e assicurarsi di essere sempre in possesso della più recente versione del proprio software antivirus.

Ulteriori informazioni (inglese)