La sicurezza del servizio di Posta Elettronica Certificata (PEC) di IT Telecom passa da Babel e Sophos

giugno 15, 2006 Sophos Press Release

Con il DPR n. 68 dell'11 febbraio 2005 l'e-mail certificata acquista valore legale grazie al fatto che la trasmissione del messaggio e la ricezione da parte del destinatario sono certificate dai gestori di Posta Elettronica Certificata (PEC) del mittente e del destinatario attraverso la "ricevuta di accettazione", prodotta dal primo, e la "ricevuta di avvenuta consegna", prodotta dal secondo.

Fra gli operatori che si sono accreditati presso il CNIPA come gestori del servizio di Posta Elettronica Certificata figura anche IT Telecom, società del Gruppo  Telecom Italia. La componente infrastrutturale del servizio di Posta Elettronica Certificata di IT Telecom è stato realizzato con la collaborazione di Babel, società con forti expertise tecnologiche e, nello specifico, nei sistemi di messaggistica.

Per affrontare le problematiche relative alla sicurezza del sistema PEC che prevede (nell’articolo 12 del DPR) l’obbligo per i Gestori di verificare l'eventuale presenza di virus nelle e-mail, “taggarli” ed informare in caso positivo il mittente, bloccandone la trasmissione, Babel si è rivolta a Sophos la cui tecnologia è stata ritenuta idonea alle esigenze di IT Telecom e, quindi, utilizzabile nella realizzazione del sistema PEC.

In particolare, Sophos ha lavorato presso i propri laboratori per fornire a Babel la tecnologia di scan engine, il motore di scansione dei virus per i sistemi di messaggistica, che fosse conforme alle disposizioni CNIPA e perfettamente integrabile nel sistema PEC.

“La scelta di Sophos è stata naturale. Da tempo apprezziamo la tecnologia sviluppata da questa società e, in particolare, la sua soluzione Pure Message.

La partnership che si è creata ha permesso di supportare puntualmente IT Telecom presentando una proposta tecnica di grande qualità”, ha commentato Filippo Dini, VP Sales & Marketing di Babel.

“Siamo lieti di aver contribuito al progetto PEC su sollecitazione di Babel. Crediamo che questo rappresenti una conferma significativa del valore della nostra tecnologia in grado di tutelare anche i sistemi di messaggistica soggetti a una normazione molto stringente in fatto di sicurezza”, ha sottolineato Vito Divincenzo, Director of Sales & Marketing di Sophos Italia.

A proposito di Babel

Babel (www.babel.it), costituita nel 1994, è un software & infrastructure system integrator italiano attivo nelle aree delle soluzioni applicative, dei servizi ICT e dei prodotti IT leader nel settore delle TLC e nelle soluzioni WEB On-line.

Babel ha elaborato Mailware (www.mailware.it) un sistema di diagnosi tempestiva dello stato dell’infrastruttura di posta elettronica con approccio modulare e integrato. Mailware permette quindi di ottimizzare il sistema di posta elettronica (applicazioni, infrastruttura e sicurezza) rispetto alle esigenze di business dell’impresa. Ha inoltre creato i  prodotti KeyCluster (www.keycluster.it – il software di clustering per l’alta affidabilità a due nodi) e L-IRIS Reanimator (www.babel.it/liris - la soluzione tecnologica per il recupero di vecchi PC).

Babel, controllata da Par-Tec, è costituita da 100 professionisti e nel 2005 ha fatturato €5,8 milioni. Tra i propri clienti annovera Notartel, IT Telecom, Telecom Italia, Monte dei Paschi di Siena, Oracle, Enel Sfera, EDA.