Sophos presenta la nuova soluzione antivirus per Linux versione 5.0

marzo 24, 2006 Sophos Press Release

Sophos, azienda leader nella protezione di imprese, enti pubblici e istituzioni accademiche da virus, spyware e spam, ha annunciato l'uscita della nuova versione di Sophos AntiVirus per Linux.

La versione 5.0 dell’antivirus include la scansione in accesso per le piattaforme Linux che, attraverso il costante monitoraggio del file system, permette di bloccare i virus prima che questi siano attivati. Ogni volta che si accede a file su un computer basato su Linux, la soluzione Sophos rileva e rimuove i virus, i Trojan, i worm e lo spyware che colpiscono i computer con sistema operativo Linux, Windows e altre piattaforme.

Concepito per gli ambienti aziendali, Sophos AntiVirus per Linux esegue la scansione a velocità estremamente elevata, riducendo al minimo l'impatto sui server Linux. La soluzione include il supporto per i nuovi kernel rilasciati da oltre 20 distributori, coprendo così sia le distribuzioni ufficiali di Linux, sia le versioni personalizzate del sistema operativo.

Proteggere i server Linux è oggi vitale in quanto tali sistemi vengono sempre più utilizzati per fornire informazioni ai client Windows in formato file o pagine web. Benché la maggioranza delle minacce colpisca Windows, alcune di esse possono utilizzare i computer Linux non adeguatamente protetti come vettori per entrare nelle reti aziendali, consentendo ai cybercriminali di accedere alle informazioni per sottrarle o causare altri danni.

"A causa della rapidità e complessità delle minacce attuali, è essenziale che tutti i punti di accesso alle reti aziendali siano protetti dagli attacchi informatici. Senza un’adeguata soluzione di protezione, anche le minacce concepite per altri sistemi operativi, come Windows, possono risiedere sui computer Linux", afferma Walter Narisoni, Security Consultant di Sophos Italia, che continua, "La protezione di qualità, compresa la scansione in accesso su ogni server Linux, blocca l'esecuzione delle minacce conosciute indipendentemente dal loro bersaglio, sia che provengano da posta elettronica, Internet, messaggistica istantanea o da altri vettori".

Sophos AntiVirus per Linux versione 5.0 supporta oltre 20 distribuzioni di Linux, comprese le versioni principali di RedHat, Suse e TurboLinux. Il software genera un basso carico della CPU, operando così senza soluzione di continuità negli ambienti di rete Linux indipendenti e installandosi sia su server che su workstation. Numerose opzioni per l’esclusione di file, cartelle, tipi di file e unità permettono agli amministratori di concentrarsi su ciò che deve veramente essere esaminato, ottimizzando così le prestazioni del server.

L'amministrazione, la configurazione e la registrazione dettagliata sono possibili tramite interfaccia a riga di comando oppure attraverso un'interfaccia browser web sicura. Le definizioni dei virus vengono aggiornate automaticamente. Lo stesso può essere fatto per il software oppure si può controllare la versione più recente quando disponibile e decidere se accettarla o meno.

Sophos offre l'opzione di aggiornare Sophos AntiVirus direttamente via Internet, oppure tramite i server Windows o Linux per ottimizzare l'utilizzo della larghezza di banda nella rete aziendale. Gli allarmi sul desktop e tramite email tengono gli amministratori informati in tempo reale su qualsiasi evento relativo a virus.

Il software antivirus è la componente principale per proteggere in modo efficace i computer da virus e spyware, ma Sophos consiglia agli amministratori di rete e agli utenti di rinforzare le proprie difese tecnologiche con l'adozione di misure di sicurezza ad ampio raggio.