Sophos avverte: un'e-mail su dieci infetta dal virus "della cartolina di auguri di Natale"

dicembre 16, 2004 Sophos Press Release

Il worm ZafiD, che è stato scoperto martedì sottoforma di un augurio di Natale, ha continuato a causare problemi agli utenti inconsapevoli. Gli esperti di laboratorio di Sophos, azienda leader nella produzione di software antispam e antivirus per le aziende, segnalano che il virus rappresenta il 72% di tutti i virus segnalati alla rete globale di stazioni di monitoraggio di Sophos nelle ultime 24 ore.

Il worm ZafiD, che si crede originatosi in Ungheria, si diffonde attraverso le email relative al Natale. Queste email possono usare diverse lingue incluso l'inglese, il francese, lo spagnolo e l'ungherese. All'interno delle email c'è anche un GIF grafico animato di due faccine 'smiley', che può indurre alcuni utenti a pensare che il virus allegato sia un programma divertente.

"Più di una su dieci email che viaggiano attraverso Internet in questo momento è infettata dal worm ZafiD. Sebbene le protezioni antivirus siano disponibili, sembra ci siano molti utenti inconsapevoli e quindi in grado di inviare sempre più email infette," ha dichiarato Graham Cluley, senior technology consultant di Sophos. "Ognuno di noi dovrebbe avere gli aggiornamenti antivirus automatici, e una policy di bloccaggio nei confronti degli allegati pericolosi, nel proprio gateway di posta."

Nel momento in cui si diffonde, il worm ZafiD cerca di disabilitare i software di protezione antivirus e i firewall sui computer infetti. Il worm inoltre cerca di aprire delle backdoor sui PC infetti, e di scaricare altri codici maligni da Internet.

"Il pericolo è quello che i PC infetti potrebbero essere controllati da remoto dagli hacker," ha continuato Cluley. "Questi hacker potrebbero entrare nei PC infetti e far ciò che vogliono distruggere dati, rubare informazioni, lanciare campagne di spam o distribuire attacchi Denial of Service. Gli utenti che non sono adeguatamente protetti sono completamente ignari di ciò che sta accadendo proprio sotto il loro naso."

Sophos raccomanda alle società di proteggere l'email con una soluzione consolidata per difendersi dalle minacce quali virus e spam, e di rendere sicuri i desktop e i server con protezioni antivirus aggiornate automaticamente.

Ulteriori dettagli ed immagini di ZafiD (inglese).